Retinopatia diabetica, fenomeno in crescita in Italia

Retinopatia diabetica, fenomeno in crescita in Italia
Tempo di lettura: 3 minuti

Circa un milione di italiani sono interessati dal fenomeno della retinopatia diabetica e si è registrato un trend di crescita del fenomeno. È questo il quadro fatto nel “Social Manifesto: – Retinopatia diabetica: una lotta possibile” (clicca qui per scaricarlo), da varie associazioni ed enti nel settore.

Retinopatia diabetica: cos’è?

Il fenomeno è una è una grave complicazione del diabete (soprattutto da chi è affetto da diabete mellito) e va a colpire la retina e colpisce soggetti con una età compresa tra i 25 e i 60 anni.

Inoltre, è stato calcolato come prima causa di ipovisione e cecità, in età lavorativa,  nei paesi sviluppati. E come spiegato dall’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità a circa un terzo dei diabetici è stata diagnosticata la retinopatia.

Un trend in crescita 

Secondo gli autori del social manifesto, la patologia non viene contrastata in modo efficace, a causa di un trattamento inadeguato o sono sotto diagnosticati, oppure, i pazienti non vengono sottoposti a screening con la necessaria periodicità.

Stando all’analisi dei database dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD) tra il 2004 ed il 2011, solo il 25% dei soggetti diabetici sono stati sottoposti allo screening annuale per la retinopatia.

Mentre, sulla base dei dati dell’Osservatorio ARNO del 2015, solo l’11,1% della popolazione presa in considerazione è stata sottoposta ad una visita specialistica.

Al quadro, va messo anche in conto il fatto che una quota rilevante di pazienti diabetici in trattamento, non aderiscono pienamente ai trattamenti terapeutici e che gli interventi di laserterapia e le terapie mediche previste, sono caratterizzate da procedure invasive che richiedono interventi ripetuti nel tempo.

Costi sociali

Il social manifesto evidenzia come siano poche le strutture sanitarie ospedaliere preposte alla gestione del paziente con retinopatia diabetica e stando alla ricerca citata, del Sole 24 Ore Sanità, nel 42,2% dei centri considerati nell’indagine, è emersa una carenza di risorse strumenti ed umane per soddisfare l’attuale domanda e, di conseguenza, quella attesa per il futuro.

Un ulteriore 37,8% delle strutture inserite nell’indagine, risultano adeguate alla domanda attuale, ma non sembra esserci un aumento per il futuro.

È evidente come il mancato o inadeguato controllo del fenomeno, unito ad una inadeguata risposta organizzativa, rischia di far aumentare i casi di ipovisione o cecità.

Un milione le persone interessate solo in Italia

Stando ai dati espressi nel documento, che analizza il dato ISTAT, se il 5,5% della popolazione italiana (circa 60 milioni) e affetta da diabete mellito e nell’ipotesi che l’incidenza di retinopatia diabetica riguardi il 30% dei soggetti diabetici, gli individui affetti da retinopatia arriva a circa un milione.

Gli autori guardano alle evidenze internazionali e agli studi condotti in Italia, i quali hanno dimostrato l’efficacia dei programmi di prevenzione secondaria attraverso la telemedicina con strumentazione adeguata e ricorrendo alla tele refertazione differita, da parte dell’oftalmologo.

Questo porterebbe ad un sensibile contenimento dei costi, tuttavia i soggetti coinvolti nel monitoraggio aumenterebbero, coprendo quasi la totalità della popolazione diabetica.

Gli attori coinvolti nello sviluppo del manifesto, si rivolgono alle istituzioni, affinché vengano prese in considerazione una serie di interventi per migliorare l’attuale quadro assistenziale della retinopatia diabetica, proponendo una rivisitazione dei protocolli, come primo passo, da parte delle Regioni.

 

Associazioni ed enti coinvolti:

Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (IAPB Italia onlus) http://www.iapb.it/

Centro per gli Studi Economici Internazionali – Tor Vergata (CeIS) 

Società Oftalmologica Italiana (SOI)

Associazione Medici Diabetologi (AMD) 

Società Italiana di Diabetologia (SID) 

Diabete Italia 

Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Diabete (FAND) 

Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) 

Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) 

Italian Health Policy Brief (IHBP – Altis Ombia Pharma Service) 

 

Per approfondire leggi qui:

Retinopatia diabetica, screening da tenere d’occhio 2

 

Fonte:

http://www.iapb.it/