home page

Rivoluzione delle misure

Rivoluzione delle misure
Tempo di lettura: 1 minuto

Il sistema internazionale delle unità di misura verrà ridefinito sulla base di costanti della fisica.

La settimana scorsa, vicino Parigi, si è tenuta una conferenza dell’Istituto Internazionale Pesi e Misure che ha annunciato l’avvio della ridefinizione del sistema di misurazione. L’obiettivo, già fissato da tempo, è quello di rimpiazzare le definizioni astratte delle unità di misura con definizioni basate sulle costanti della fisica, in modo da rendere accessibile la misurazione precisa ai laboratori di tutto il mondo.

Oltre al chilogrammo, saranno interessate da questa rivoluzione l’ampere, che misura l’intensità della corrente elettrica, il kelvin, che misura la temperatura, e la mole, unità di misura della quantità di sostanza.

Come ha osservato Giovanni Mana, dell’Istituto nazionale di ricerca metrologica (Inrim), “È importante perché alcune definizioni, in particolare quella del chilogrammo, sono basate su artefatti materiali, anziché su costanti fisiche, e questi non sono affidabili su scale di tempo molto lunghe”.

Questa rivoluzione, che sarà decisa nella Conferenza generale sui pesi e le misure prevista nel novembre 2018, sarà effettiva dal maggio 2019 e avrà grande effetto non solo sulla ricerca, ma anche sull’industria.